19 dicembre 2018
Ultime notizie

Cpi ricorda l’altro Gramsci con striscioni in tutta la regione

Cagliari, 27 Aprile – “Noi non scordiamo Mario Gramsci”. Nel giorno dell’anniversario della morte del più noto fratello Antonio, CasaPound Italia sceglie di ricordare “l’altro Gramsci” con striscioni affissi in tutta la regione, da Sassari a Cagliari, da Ozieri a Quartu, fino a Monserrato, Elmas e Assemini.

“Con questa azione simbolica – spiega il coordinatore regionale di Cpi, Andrea Farris – vogliamo ricordare che nella storia della famiglia Gramsci c’è una parte, la vita di Mario, fatta di coerenza e fermezza che non è stata ancora raccontata”.

“Mario Gramsci – spiega Farris – nacque a Sorgono nel 1893, aderì al fascismo e alla Rsi, fu volontario in tre diverse guerre per la sua determinazione nel seguire il proprio ideale anche a costo della vita e nonostante i tentativi del fratello Antonio e di altri socialisti di dissuaderlo con ogni mezzo, comprese pesanti aggressioni fisiche”.

“Nel 1927 Mario Gramsci – continua Farris – si impegnò personalmente per cercare di ottenere un regime di detenzione meno duro per il fratello Antonio, garantendogli le migliori cure. Morì dopo la guerra, martoriato dalle lesioni e dalle malattie contratte nei campi di prigionia inglesi in Australia, dove fu internato e torturato tra i fascisti più convinti. Dopo la morte, poi, fu condannato alla damnatio memoriae con la distruzione di tutte le sue lettere e i suoi documenti, relegandolo ai margini della storia”.

“Riteniamo, invece, doveroso – conclude il coordinatore regionale di Cpi – che la storia e la memoria di Mario Gramsci, che sono storia e memoria del nostro Paese, siano non solo ricordate, ma anche omaggiate”.

MONSERRATO
935516_361636827280764_477247946_n

SASSARI
381983_361636453947468_1458724352_n

CAGLIARI407111_361636537280793_470057875_n

ELMAS532876_361636767280770_1582618715_n

ASSEMINI935032_361636290614151_2125345844_n

QUARTU

935747_361636900614090_748744228_n

Scroll To Top